lunedì 24 maggio 2010

Gocciolina di S. Lawrence

All'alba, una goccia di rugiada brillava su una lucida foglia. Una farfalla passò e volteggiando le sussurrò:
"Gocciolina, come staresti bene sul mio vestito azzurro; saresti una perla meravigliosa! E io ti porterei in volo su campi, fiumi e casolari".
Un grosso ragno s'affacciò tra le foglie per tessere la sua tela e la tentò:
"Saresti ammirata da tutti se venissi a ingemmare la mia tela d'argento! E gli uccelli e gli insetti direbbero: Cos'è questa meraviglia?".
Una formica s'arrampicò in quel momento sul tronco di un albero e la pregò: "Vieni a illuminare la mia casa!".
La gocciolina si guardò attorno un po' confusa e scorse per terra un piccolo fiore, inaridito e quasi senza vita.
Pareva dicesse: "Ho sete". La gocciolina non esitò: scivolò rapida lungo il ramo, cadde e si spense ai piedi del fiore appassito che subito riprese vita.

S. Lawrence

1 commenti:

Edda ha detto...

Una delicatezza unica!

Posta un commento

Per inserire le emoticon nei tuoi commenti copia i segni accanto alle faccine!
To insert emoticons in your comments copy signs next to the Smiles!

Ogni tuo commento è il benvenuto... :)
Grazie!